LE MIE DESTINAZIONI

    LE MIE DESTINAZIONI

    DI SERVIZIO

  • SCUOLE C.E.M.M. SAN VITO (TARANTO) CORPO EQUIPAGGI MILITARI MARITTIMI ;
  • NAVE INTREPIDO
  • MARIDIST ROMA
  • NAVE IMPAVIDO
  • NAVE LUPO
  • NAVE IMPAVIDO
  • MARITELE ROMA/ MINISTERO DIFESA MARINA
  • MARIDIST BRINDISI
  • MARISTAELI GROTTAGLIE/ MARISTAER
  • MARICENTADD
  • MARISTAER GROTTAGLIE
  • GRUPNUL BRINDISI X MARISCUOLA TA
  • MARIDIST BRINDISI
  • COMAR BRINDISI
  • MARIBASE BRINDISI
  • MARISTAT UAGRE
  • MARICAPITALE

T.L.C.

T.L.C.
SPECIALISTI IN TELECOMUNICAZIONI
LA MIA CATEGORIA RT.= RADIOTELEGRAFISTA
 
NASCITA DEI TLC 1° OTTOBRE 1913
 
Le vecchie categorie
R.T. =  Radiotelegrafisti 
(R.T./GE. Guerra Elettronica)
S. = Segnalatori
STGF = Semaforisti e Telegrafonisti
 

LE FORZE ARMATE.

LE FORZE ARMATE

ESERCITO ITALIANO
MARINA MILITARE
ARMA DEI CARABINIERI
AERONAUTICA MILITARE
 
EMBLEMA DELL'ESERCITO ITALIANO
 
 L'EMBLEMA DELLA MARINA MILITARE

EMBLEMA DELL'ARONAUTICA MILITARE
 
EMBLEMA DELL'ARMA DEI CARABINIERI
 
 
le foto dal sito link: LA VOCE DEL MARINAIO
http://www.lavocedel
marinaio.com
/2010/05/l%e2%80%99araldica-delle-forze-armate-italiane/

LA BANDIERA DELLA MARINA MILITARE

 LA BANDIERA DELLA MARINA MILITARE

E' STATA ISTITUITA NEL  1947 E FORMATA DAL TRICOLORE CON AL CENTRO UNO SCUDO CON GLI STEMMI DELLE 4 REPUBBLICHE MARINARE (IN ORDINE DALLA PIU' ANTICA) VENEZIA, PISA, GENOVA E AMALFI  CON INTORNO UN BORDO TIPO CORDONCINO E  SORMONTATO DA UNA CORONA NAVALE ROMANA DORATI.

2011 ANNO RICCO DI NUMEROSI AVVENIMENTI

2011

ANNO RICCO DI TANTISSIMI AVVENIMENTI
 
1861/2011 FESTEGGIAMENTI PER 150° ANNIVERSARIO DELL'UNITA' D'ITALIA CONCOMITANTI CON IL 150° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA  DELLA MARINA MILITARE
1931/2011 NAVE AMERIGO VESPUCCI COMPIE 80 ANNI
1911/2011 CENTENARIO DELL'A.N.M.I ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINA D'ITALIA
1921/2011 90° ANNIVERSARIO DEL VIAGGIO DELLA SALMA DEL MILITE IGNOTO DA AQUILEIA A ROMA

2014-2018

2014-2018
Centenario della Grande Guerra
La Prima Guerra Mondiale ha inizio il 28  luglio 1914
e' termina 11 novembre 1918
La Prima Guerra Mondiale e' stato uno dei piu' sanguinosi conflitti dell'umanita', per l'Italia le vittime furono circa 650.000.
 

2018 CENTENARIO DELLA VITTORIA

 
2018
CENTENARIO DELLA VITTORIA
11 NOVEMBRE 1918 FINE DELLA GRANDE GUERRA

4 novembre 2018 - Giorno dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

8 novembre 2018
A.N.S.I. ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE DI NOCIGLIA (LE)

NOCIGLIA 4 NOVEMBRE GIORNO DELL'UNITA' NAZIONALE

E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE

 08.00 Alza Bandiera al Monumento Ai Caduti - la cerimonia ha avuto inizio nella Chiesa Madre San Nicola Vescovo con la Santa Messa, iniziata alle ore 10.30. Al termine della Santa Messa, prima della Benedizione finale con lo squillo del trombettiere,   il Maresciallo Capo dell'Esercito Italiano Alfredo Pede, ha dato lettura della Pregiera del Caduto, presenti oltre i componenti della Sezione ANSI Nociglia e il suo Presidente Toma  anche una rappresentanza dell'Associazione Nazionale Carabinieri di e Finanzieri di Diso, una rappresentanza del Gruppo Medaglia Mauriziana di Taranto e le Associazioni del territorio tra cui il Gruppo Fratres, La Proloco Farnese. Musiche e canti liturgici eseguiti dal coro Schola Cantorum Populus Dei chiamato per l'occasione,  diretto dalla Maestra Signora Luciana De Pietro. Presenti il Sindaco del Comune di Nociglia Massimo Martella e l'Amministrazione Comunale, il Comandante della Stazione Carabinieri M.llo Nicola Lettieri, il Sindaco dei Ragazzi Sig.na Serena. Alla fine della Santa messa si e' formato un corteo, aperto dagli alunni della scuola Primaria Istituto Comprensivo Plessi di Nociglia, seguiti dalla Corona di Alloro, il Tricolore e il Labaro dell'ANSI Nociglia, gli stendardi delle  Associazioni del Territorio , il Confalone del Comune con a seguito tutte le Autorità Civili, Militari e Religiose,  con la presenza del nostro parroco Don Arcangelo Ruggieri.

Alza Bandiera presso il Monumento seguita dagli Onori  AI Caduti. Lettura da parte del Presidente ANSI dei Nomi dei Caduti Nocigliesi della Prima e Seconda Guerra Mondiale, ad ogni nome tutti rispondevano PRESENTE. Hanno preso la  parola le allocuzioni, il Presidente ANSI Toma, il Sindaco dei Ragazzi e il Sindaco del Comune di Nociglia, ricordando cosa rappresenta il 4 novembre. Dopo le allocuzioni una rappresentazione/coreografie  da parte degli alunni delle scuole plessi scolastici di nociglia. Al termine, la lettura da parte dello speaker e Socio ANSI,  Vito Manisi della Preghiera per i Caduti e per le Vittime della Guerra. Seguita dal suono del Silenzio del Trombettiere. La cerimonia e terminata con i ringraziamenti, l'ascolto e il canto di tutti dell'Inno di Mameli. Subito dopo un rinfresco Al Palazzo Baronale sede della Sezione ANSI di Nociglia per le Autorità intervenute.

---------------------------------------------------

DISCORSO INTEGRALE DEL PRESIDENTE DELLA SEZIONE ANSI NOCIGLIA FERNANDO ANTONIO TOMA

Buongiorno, un saluto alle Autorità civili, militari e religiose, alle Associazioni d’Arma e Associazioni del territorio intervenute e a tutti voi, da parte dell’Associazione Nazionale Sottufficiali d’Italia Sezione di Nociglia. Oggi 4 novembre 2018 giornata storica, come fu storica la giornata, i fatti, i luoghi, degli uomini e delle donne protagonisti della giornata del 4 novembre 1918. Data che celebra la fine della prima guerra mondiale. La Battaglia del Piave, espressione con la quale si riassumono tutti gli eventi che si susseguirono dal novembre 1917 all’estate del 1918 e che precedettero la battaglia finale di Vittorio Veneto. I soldati italiani e, in particolare la nuova classe chiamata alle armi, i cosiddetti “ragazzi del 99” meglio conosciuti come Cavalieri di Vittorio Veneto, con il contributo di Divisioni inglesi e francesi, compirono prodigi di valore e riuscirono gradualmente a respingere il nemico austro-ungarico. Era questo il preludio alla prossima travolgente offensiva, nota come la battaglia di Vittorio Veneto, che avrebbe portato alla vittoria. Il 4 novembre venne firmato l’armistizio, che mise fine alle ostilità su tutto il fronte. Data che viene oggi celebrata come “Giorno dell’Unità Nazionale” e Giornata delle Forze Armate”. A ricordare quei giorni e quelle battaglie, ancor più dei libri di storia, di mille parole, una delle più celebri canzoni patriottiche italiane: “La Leggenda del Piave”. La canzone, che celebrò la riscossa delle truppe italiane sul fronte veneto nella prima guerra mondiale, fu composta da Ermete Giovanni Gaeta che la firmo’ con lo pseudonimo E. A. Mario. La Leggenda del Piave fù anche il nostro Inno Nazionale fino al 12 ottobre 1946. L’Italia oggi celebra il 4 novembre “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. Una ricorrenza che quest’anno assume un particolare significato poiché si celebra anche il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale “1918-2018” e il Centenario della Vittoria. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma (Il Vittoriano). Oggi le celebrazioni prenderanno il via da Roma con la deposizione di una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dal Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, dalle più alte cariche dello Stato e dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano. A tributare gli onori al Capo dello Stato, una Brigata di formazione interforze schierata in Piazza Venezia. Ci sarà anche il tradizionale passaggio delle Frecce Tricolori che coloreranno di Verde, Bianco e Rosso i cieli della capitale ed il sorvolo di cinque elicotteri di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza (con appeso il Tricolore). Altre celebrazioni previste in tutta Italia presso i Sacrari Militari e Monumenti AI Caduti, come noi siamo qui’ riuniti.  Tante le iniziative e le commemorazioni dal 2014 - 2018 con mostre di vario genere, manifestazioni, cerimonie, e tra queste, proprio oggi in occasione del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, parte la campagna di sensibilizzazione promossa dall'Associazione Nazionale Sottufficiali d'Italia e l'Associaizione Nazionale Ambientalista "Fare Verde" in campo nazionale, alla donazione del sangue, con lo slogan "Loro lo hanno versato, noi lo doniamo". A tale iniziativa ha derito il Comune di Nociglia ed il Gruppo Fratres Nociglia, nei prossimi giorni sarà data comunicazione per le modalità alle donazioni.

"LORO LO HANNO VERSATO, NOI LO DONIAMO"

IN MEMORIA DEI NOSTRI CADUTI CHE VERSARONO IL LORO SANGUE
PER LA GRANDEZZA DELLA NOSTRA PATRIA,

PER COMMEMORARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI SOLDATI, CON UN

SEMPLICE GESTO DI SOLIDARIETA' E AMORE.

 

Campagna di sensibilizzazione alla rallcolta del sangue - Centenario fine 1^ G.M

8 novembre 2018
A.N.S.I. ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE DI NOCIGLIA (LE)

ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA

SEZIONE SGT. RT. LUIGI MACCULI M.B.V.M. NOCIGLIA (LE).

Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale "LORO LO HANNO VERSATO, NOI LO DONIAMO" Dal 4 novembre 2018 parte la campagna di sensibilizzazione promossa in campo nazionale, dall'Associazione Nazionale Sottufficiali d'Italia in collaborazione con l'Associazione Nazionale "Fare Verde" alla donazione del sangue. Con il Patrocinio del Comune di Nociglia e la collaborazione del Gruppo donatori di sangue Fratres Nociglia.

"LORO LO HANNO VERSATO, NOI LO DONIAMO"
IN MEMORIA DEI NOSTRI CADUTI CHE VERSARONO IL LORO SANGUE PER LA GRANDEZZA DELLA NOSTRA PATRIA, PER COMMEMORARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI SOLDATI, IN TERRA SUI CAMPI DI BATTAGLIA, IN CIELO E IN MARE, CON UN GESTO DI GRANDE SOLIDARIETA' E AMORE.

4 Novembre 2018

4 novembre 2018
A.N.S.I. ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE DI NOCIGLIA (LE)
IL COMUNE DI NOCIGLIA E L'ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE SGT. RT. MACCULI LUIGI M.B.V.M. DI NOCIGLIA (LE) ORGANIZZANO: 4 NOVEMBRE, GIORNO DELL'UNITA' NAZIONALE E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE - "IN ONORE DEI CADUTI PER LA PATRIA". PROGRAMMA DELLA CERIMONIA- SI RACCOMANDA LA MASSIMA PARTECIPAZIONE DEI SIGNORI SOCI. SI INVITA IL PERSONALE APPARTENENTE ALLE FORZE ARMATE E FORZE DELL'ORDINE IN SERVIZIO ATTIVO E IN QUIESCENZA, LE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO, GLI ALUNNI DELLE SCUOLE E I CITTADINI TUTTI, A VOLER PARTECIPARE ALLA CERIMONIA PER ONORARE I CADUTI PER LA NOSTRA PATRIA.

Concorso a premi - La Mia Patria - Seconda edizione.

25 ottobre 2018
A.N.S.I. ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE DI NOCIGLIA (LE)

Associazione Nazionale Sottufficiali d'Italia Sezione di Nociglia (Le).

Con il patrocinio dello Stato Maggiore della Difesa (SMD) e del Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d'Arma (AssoArma). Bando di partecipazione esteso a tutte le Associazioni d'Arma. Potranno partecipare le scuole :  Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I° grado, Scuola Secondaria di II° grado.

Il premio si divide in due settori : scritti e immagini; e due Sezioni Giovani e Adulti con il tema "l'Italia e la Seconda Guerra Mondiale"

Bando di Partecipazione al Premio “LA MIA PATRIA” - Seconda Edizione

Art. 1 Obiettivi del Premio
Il Premio è ideato dall’ANSI, Associazione Nazionale Sottufficiali d’Italia e realizzato in collaborazione con l’Associazione CR “Cultura e Risorse” ONLUS, esperta, da oltre dieci anni, in Premi per le scuole. L’obiettivo generale del Premio è quello di stimolare l’invio di opere (immagini e scritti), da parte soprattutto di giovani studenti, relative alla nostra Patria sia dal punto di vista delle attività professionali della Difesa, in cielo, in mare e in terra, sia degli eventi e dei personaggi che l’hanno maggiormente caratterizzata. Ogni anno sarà indicato un tema specifico. Le migliori opere pervenute verranno premiate, nel corso di una importante Manifestazione, che rappresenterà un valido momento di divulgazione e conoscenza delle attività trattate, di confronto e aggregazione tra i giovani e chi è esperto, vive o ha vissuto in queste realtà.
Il Premio comprenderà due Sezioni: Giovani e Adulti ed il tema, per entrambe le Sezioni, per questa edizione è:
L’Italia e la seconda guerra mondiale
Sezione Giovani: Il Premio, in questa Sezione, si pone l’obiettivo di far riflettere i giovani, su temi riguardanti la nostra Patria, le attività delle Forze Armate, in cielo, in mare e in terra, e la protezione nel tempo della nostra Italia, lasciando loro esprimere i propri sogni, riflessioni, fantasie, ambizioni, e quant’altro secondo il tema che l’Organizzazione del Premio propone ogni anno.
I giovani potranno esprimersi con racconti, poesie o opere grafiche realizzate con qualsiasi tecnica.
I giovani parteciperanno secondo fasce d’età: Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I° grado, Scuola Secondaria di II° grado.
Sezione Adulti: Il Premio, in questa Sezione, si pone come principale obiettivo quello di raccogliere, da militanti nelle varie armi, in servizio o in quiescenza, e, più in generale, da tutti gli appassionati, esperienze ed emozioni riguardanti il mondo del cielo, del mare o della terra o eventi storici, espressi con racconti, poesie o opere grafiche, anche in questo caso, realizzate con qualsiasi tecnica.
Qualora il numero e la qualità delle opere pervenute lo consenta, con le migliori opere pervenute sarà realizzata una pubblicazione, curata dalla Casa Editrice LoGisma di Firenze e distribuita senza fine di lucro. Sarà proprio questa pubblicazione, nella quale si intrecciano le esperienze e le emozioni di chi ben conosce, vive o ha vissuto in queste realtà, con la fantasia, i sogni e le ambizioni dei giovani, lo strumento che raggiungerà il seguente, importante obiettivo: passando di mano in mano, favorirà, soprattutto negli stessi giovani, l’interesse ad avvicinarsi alle attività trattate e/o a rinnovare l’ammirazione per le nostre Forze Armate e per gli eroi che hanno protetto la nostra Patria nel tempo.
Art. 2 Opere ammesse
Sono ammessi al premio racconti, poesie e opere grafiche, realizzate con qualsiasi tecnica, la cui proprietà sia di piena ed esclusiva titolarità dell’autore, all’atto dell’invio.
Art. 3 Modalità di presentazione
I racconti o poesie (lunghi al massimo 100 righe di 90 battute), e le opere grafiche (in formato massimo A4 –cm 21x 29,7), dovranno essere realizzati possibilmente in modo semplice e comprensibile.
Gli autori dovranno far pervenire, entro il 20 dicembre 2018, alla Presidenza Nazionale ANSI, Via Sforza 8, 00184 Roma (citando sulla busta Premio “La mia Patria”), il seguente materiale:
1) Una copia di questo Bando di partecipazione al Premio, sottoscritto per accettazione;
2) Una copia cartacea dell’opera (racconti, poesie e opere grafiche), sottoscritta per autenticità;
3) Un CD o pen drive con l’opera in formato word (per i racconti e le poesie) o in formato JPG (per le opere grafiche).
Qualora il materiale pervenuto non rispettasse le modalità sopra richieste, non potrà partecipare al Premio. Non potranno inoltre partecipare al Premio le opere prive del presente bando, opportunamente compilato e firmato in tutte le sue parti.
Il materiale inviato non sarà restituito.
Art. 4 Modalità di valutazione e premiazione
Le Commissioni di Valutazione, formate da qualificate personalità del settore militare/letterario/artistico, provvederanno ad individuare le migliori opere da premiare. Gli autori ritenuti dalla Commissione maggiormente meritevoli, saranno premiati con targhe o attestati, in occasione di una specifica Manifestazione. La commissione deciderà anche le opere che, pur non premiate, saranno inserite nell’eventuale pubblicazione. Le scelte delle commissioni di selezione sono insindacabili ed inappellabili.
Art. 5 Responsabilità
Ogni autore garantisce personalmente la piena e totale proprietà dell’opera presentata. L’organizzazione declina ogni responsabilità a qualsiasi titolo nei confronti di terzi, lasciando agli autori stessi la responsabilità completa delle loro opere. Gli autori delle opere pubblicate sollevano inoltre l’organizzazione da ogni richiesta di diritti d’autore sulla diffusione delle opere stesse. Nella realizzazione della pubblicazione, la Casa Editrice si riserva la facoltà di apportare ai racconti un opportuno editing, al fine di un idoneo inserimento nel progetto editoriale.
Art. 6 Privacy
I partecipanti danno fin d’ora incondizionato consenso, ai sensi delle norme del regolamento Ue 2016/679 (GDPR) sulla tutela della privacy, all’utilizzo dei dati personali per tutte le iniziative connesse al premio.
Art. 7 Accettazione del bando 
La partecipazione al Premio implica l’incondizionata accettazione integrale del presente bando.

Scheda di presentazione dell’autore
Nome………………………………Cognome………………………………………………………………………………………………
Indirizzo……………………………………………………………………………………………Tel.………………………………………
Professione…………………………………………… E-mail……………………………………………………………………………

Sezione Giovani [ ] Scuola dell’infanzia [ ] Scuola Primaria [ ] Scuola Sec. di I° grado [ ] Scuola Sec. di II° grado [ ]
Sezione Adulti [ ]
Data _________________Firma di accettazione______________________________

Si approvano espressamente ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del C.C. tutte le clausole del bando con specifico riferimento all’art. 3 (Modalità di presentazione), art. 4 (Modalità di valutazione e premiazione), art. 5 (Responsabilità).

Data _________________Firma di accettazione______________________________

Firma del genitore o dell’esercente la patria potestà (per i minorenni) _____________________________________

 

COMUNICATO STAMPA DELLA 1° EDIZIONE 
“La mia Patria” - I edizione: appena nato, già un successo
L’10 maggio 2018 si è tenuta, nel prestigioso Museo storico dell’Aeronautica Militare Italiana, la Premiazione della Prima edizione del Premio “La mia Patria”, organizzato dall’ANSI in collaborazione con l’Associazione CR “Cultura e Risorse” ONLUS.
L’idea del Premio è del nuovo Presidente ANSI I° M. Cav. Jose Juan Skof che, avendo seguito, in qualità di Consigliere Nazionale dell’AAA, moltissime edizioni del Premio “Il mio cielo”, giunto alla undicesima edizione, in una lunga serie di successi, ha ritenuto di adeguarlo alla realtà dell’ANSI.
Nonostante il Premio sia “appena nato, hanno partecipato circa 500 ragazzi da scuole di tutta Italia e numerosi adulti. I lavori pervenuti, sono stati di ottima qualità ed apprezzati dal Comitato di Valutazione.
Il tema proposto per questa edizione era: L’Italia e la Prima guerra mondiale: 1914-1918.
La Autorità presenti alla Cerimonia sono state: Col. Gianfranco Di Marco, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano Gen. C. A. Salvatore Farina, Col. Vittorio Cencini, Ten. Col. Adelio Roviti , il Presidente A.N.S. I., I ° M. Cav. Jose Juan Skof, il Presidente Regione Lazio A.A.A., I° M Orfeo Furzi
Prima di effettuare la premiazione, in una location veramente unica, era stata infatti preparata la sala, nel bel mezzo di aerei che hanno fatto la storia dell’aeronautica Italiana, è stato proiettato un collage delle opere pervenute al Premio, accompagnato dalle note della musica di una delle più note canzoni di quel periodo: “La canzone del Piave”.
Di fronte al susseguirsi di immagini multicolori che esprimevano la migliore creatività di cui sono capaci i giovani e con l’adeguato accompagnamento musicale, la platea costituita da centinaia di ragazzi, professori, genitori, ha accompagnato la presentazione con tanti applausi, Dopo questa reazione che ha coinvolto tutto il pubblico che in alcuni momenti ha accompagnato cantando le più note frasi della canzone e che ha reso entusiasti l’organizzazione e i rappresentanti A.N.S.I., si è svolta la premiazione. Riportiamo, di seguito, i migliori autori classificati nelle varie Sezioni:
Immagini adulti: Paolo Serafini
Immagini giovani: Azzurra Guida
Scritti adulti: Maria Stella Verolese
Scritti giovani: Maria Giulia Zimei
Premiate anche le migliori scuole partecipanti:
Istituto Comprensivo Statale di Civitavecchia
Istituto Comprensivo Statale “Pierluigi da Palestrina”.

VISITA PRESSO LA BASE AEREA DI GIOIA DEL COLLE (BA)

5 settembre 2018
A.N.S.I. ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI D'ITALIA SEZIONE DI NOCIGLIA (LE)

Visita presso la Base dell'Aeronautica Militare di Gioia del Colle (Ba) C.do 36 Stormo.

Sezione: NOCIGLIA

L'Associazione Nazionale Sottufficiali d'Italia Sezione di Nociglia (Le), giorno 20 giugno 2018, ha organizzato una visita guidata presso la Base dell'Aeronautica Militare di Gioia del Colle (Bari) sede del 36° Stormo. Alla visita della Base Aerea hanno partecipato anche un gruppo di Soci della Sezione Provinciale di Lecce con il Vice Presidente Nazionale Sud Giuseppe Scardia. Partenza da Nociglia con pulman dal Monumento Ai Caduti alle ore 06.30. Sosta a Lecce Piazza Napoli per imbarco Soci ANSI di Lecce, destinazione Gioia del Colle dove e' previsto l'arrivo alle 09,00 circa. 

Un grazie particolare al Comando del 36° Stormo per la disponibilità e la fattiva collaborazione, in particolare con l'Ufficio PMS (PUMASS) di Gioia del Colle nella persona del Maresciallo Albanese, che ha fornito il supporto necessario per l'organizzazione. L'ex Presidente dell'Ansi Nociglia Vito Toma, in sostituzione del Presidente Fernando Antonio Toma che, per gravi motivi familiari non ha potuto partecipare, ha fatto dono del Crest dell'Associazione, ricambiato dal Comando, con un libro di Giovanni Palantra dal titolo "36° L'Invincibile Stormo " 75 anni di storia.

Nella Prefazione del libro del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare (Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa) recita: "Chi per la patria muor; vissuto è assai; la fronda dell'allor non langue mai; piuttosto che languir sotto i tiranni, è meglio morir sul fior degli anni". Si tratta di un celeberrimo canto del 1825, tratto dall'opera "Caritea Regina di Spagna" di Saverio Mercadante, divenuto notoriamente popolare nel corso delle vicissitudini storiche che hanno contraddistinto il Risorgimento italiano. Queste stesse parole sono epigrafate sul Monumento Ai Caduti che domina il piazzale bandiera dell'aeroporto militare di Gioia del Colle.

 


20 giugno 2018, visita alla Base Aerea Militare di Gioia del Colle

dal Vice Presidente Nazionale Giuseppe Scardia.

Un gruppo di Soci delle Sezioni A.N.S.I. di Nociglia e Lecce ha partecipato alla visita guidata della Base Aerea-Militare di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo aereo. Dopo aver ricevuto i cordiali saluti di accoglienza, i partecipanti sono stati ospitati nella sala conferenze della base. Il Capo Servizio Amministrativo ha esplicitato le particolari funzioni e la filantropia delle attività, cui la base è preposta. È stato proiettato, in seguito, un videoclip ricco di immagini suggestive del percorso storico della base e del 36° Stormo. L’attenzione del gruppo è stata attirata sia dalle immagini sia dal racconto delle gesta di Francesco Baracca, pilota della 1a Guerra Mondiale, e dal mistero che avvolge il grifone: un cavallino rampante, dipinto sulla fiancata sinistra del proprio velivolo.

Qualche anno dopo il termine della prima guerra mondiale, nel 1923, la madre di Francesco Baracca autorizzò Enzo Ferrari ad utilizzare l'emblema usato da suo figlio adornando le vetture condotte dal pilota per la scuderia da corsa dell'Alfa Romeo e, più tardi, le vetture della ditta Ferrari, fondata alla fine della seconda guerra mondiale, che ancora oggi rappresenta il simbolo dell'omonima casa automobilistica.

Dopo il briefing, il gruppo si è spostato nell’Hangar del Soccorso Volo. Il personale ha esposto in modo chiaro e coinvolgente le qualità e l'attività di ricerca e di soccorso dell'84° S.A.R. (Search And Rescue), le caratteristiche e le prestazioni degli elicotteri pronti al decollo previo brevissimo preavviso, e l’alta professionalità degli equipaggi che permettono di raggiungere qualsiasi parte del territorio nazionale o delle acque territoriali per soccorrere e trasportare urgenze sanitarie salvando vite umane. Successivamente, i componenti si sono spostati presso il Gruppo Volo Operativo; era presente il Capo Servizio volo, il quale, con una sintetica e chiara descrizione, ha relazionato le funzioni e i molteplici servizi che il 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari) con i suoi uomini e le sue donne operano con gli Eurofighter 2000 'Typhoon' assicurando per 365 giorni l'anno comprese le festività, la sorveglianza dello spazio aereo nazionale e garantendo la sicurezza al Paese e ai cittadini.

Dopo una breve pausa caffè, il gruppo ha fatto visita ai locali del Servizio Meteorologico, che garantisce e comunica in tempo reale le condizioni meteo sia agli Enti e Reparti della propria Forza Armata sia a numerose altre istituzioni militari e civili del territorio pugliese.

La visita della base si è conclusa con la consumazione del pranzo presso la mensa della base.

Il pullman, in seguito, si è diretto verso Alberobello. Durante il tragitto regnava un silenzio quasi religioso, come se ognuno dei partecipanti fosse stato preso dall’osmosi magica e coinvolgente che ti fa volare con la fantasia risvegliando quel mondo magico e fanciullesco che è presente in ognuno di noi. E bastato un sussulto del pullman ad un dosso stradale rallentatore per riportare tutti alla realtà con un compiacente brusio.

A completamento della giornata, una fugace escursione distensiva per le vie del borgo antico dei Trulli di Alberobello: piccolo suggestivo mondo antico, fatto di un susseguirsi di trulli bianchi e grigi, con i tetti affusolati e decorati con simboli apotropaici e le strade lastricate con le chianche e costeggiate da trulli di ogni misura. Un mondo rustico e prosastico pieno di poesia agreste che racconta bene la storia di un passato nella versatilità di oggi.

Si è rientrati in sede stanchi ma felici per aver trascorso una giornata affascinante, unica e, sicuramente, irripetibile.

NO ZINCHERIA A NOCIGLIA (LE)

5 settembre 2018
EVENTI A NOCIGLIA (LECCE) IL MIO PAESE
SEMBRA SIA CHIUSO DEFINITIVAMENTE IL PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE NELLA ZONA INDUSTRIALE
DI NOCIGLIA (LE)  DI UNA SINCHERIA A CALDO, DI SEGUITO UN POST  DEL CONSIGLIERE PER LA PROVINCIA DI LECCE E SINDACO DEL COMUNE DI NOCIGLIA MASSIMO MARTELLA E DEL DOCUMENTO DI CHIUSURA E ARCHIVIAZIONE DEL PROCEDIMENTO DA PARTE DELLA PROVINCIA DI LECCE
 
 

RICORRENZE - FESTIVITA'

 
 
  • 24 dicembre  Vigilia del Santo Natale
  • 25 dicembre Nativita' del Signore  con la Sacra Famiglia
  • 26 S. Stefano

MENU

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy