LE FORZE ARMATE.

LE FORZE ARMATE

ESERCITO ITALIANO
MARINA MILITARE
ARMA DEI CARABINIERI
AERONAUTICA MILITARE
 
EMBLEMA DELL'ESERCITO ITALIANO
 
 L'EMBLEMA DELLA MARINA MILITARE

EMBLEMA DELL'ARONAUTICA MILITARE
 
EMBLEMA DELL'ARMA DEI CARABINIERI
 
 
le foto dal sito link: LA VOCE DEL MARINAIO
http://www.lavocedel
marinaio.com
/2010/05/l%e2%80%99araldica-delle-forze-armate-italiane/

LA BANDIERA DELLA MARINA MILITARE

 LA BANDIERA DELLA MARINA MILITARE

E' STATA ISTITUITA NEL  1947 E FORMATA DAL TRICOLORE CON AL CENTRO UNO SCUDO CON GLI STEMMI DELLE 4 REPUBBLICHE MARINARE (IN ORDINE DALLA PIU' ANTICA) VENEZIA, PISA, GENOVA E AMALFI  CON INTORNO UN BORDO TIPO CORDONCINO E  SORMONTATO DA UNA CORONA NAVALE ROMANA DORATI.

2011 ANNO RICCO DI NUMEROSI AVVENIMENTI

2011

ANNO RICCO DI TANTISSIMI AVVENIMENTI
 
1861/2011 FESTEGGIAMENTI PER 150° ANNIVERSARIO DELL'UNITA' D'ITALIA CONCOMITANTI CON IL 150° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA  DELLA MARINA MILITARE
1931/2011 NAVE AMERIGO VESPUCCI COMPIE 80 ANNI
1911/2011 CENTENARIO DELL'A.N.M.I ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINA D'ITALIA
1921/2011 90° ANNIVERSARIO DEL VIAGGIO DELLA SALMA DEL MILITE IGNOTO DA AQUILEIA A ROMA

2014-2018

2014-2018
Centenario della Grande Guerra
La Prima Guerra Mondiale ha inizio il 28  luglio 1914
e' termina 11 novembre 1918
La Prima Guerra Mondiale e' stato uno dei piu' sanguinosi conflitti dell'umanita', per l'Italia le vittime furono circa 650.000.
 

2018 CENTENARIO DELLA VITTORIA

 
2018
CENTENARIO DELLA VITTORIA
11 NOVEMBRE 1918 FINE DELLA GRANDE GUERRA

LA STORIA NON SI DIMENTICA - LA STORIA NON SI CANCELLA

11 giugno 2017
IST. NAZ. LEG. D'ONORE DEI CAV, VITT. VENETO ZONA DI LECCE E BRINDISI

LA STORIA NON SI DIMENTICA

LA STORIA NON SI CANCELLA

SI COPIA L'ARTICOLO INSERITO SU:  http://meridionews.it/articolo/55802/augusta-il-coro-della-scuola-intona-canzone-fascista-si-dovrebbero-insegnare-pace-e-rispetto-dei-popoli/  E SU FACEBOOK: http://meridionews.it/articolo/55802/augusta-il-coro-della-scuola-intona-canzone-fascista-si-dovrebbero-insegnare-pace-e-rispetto-dei-popoli/

 

Augusta, il coro della scuola intona canzone fascista
«Si dovrebbero insegnare pace e rispetto dei popoli»

SIMONE OLIVELLI 

CRONACA – È accaduto nell'ambito della tre giorni di eventi promossi dal Comando Marittimo Sicilia. A esibirsi, nella giornata dedicata agli istituti scolastici, è stato anche il Principe di Napoli che ha cantato l'Inno dei sommergibilisti scritto in pieno Ventennio da Mario Ruccione. L'autore di Faccetta nera. Guarda il video

I bambini cantano in coro «colpire e seppellir ogni nemico che s'incontra sul cammino». La scena si svolge ad Augusta e non negli anni Quaranta, in pieno ventennio fascista, ma nel XXI secolo, con oltre 70 anni di repubblica alle spalle e una Costituzione che ripudia la guerra. A ospitare la canzione di Mario Ruccione, autore di numerosi componimenti inneggianti al periodo fascista tra cui la più nota Faccetta nera, è stato l'evento organizzato dal Comando Marittimo Sicilia nell'ambito della tre giorni di promozione delle attività della marina militare comprendente anche la regata Marisicilia Cup.

 

(ARTICOLO E FOTO DAL SITO: http://meridionews.it/articolo/55802/augusta-il-coro-della-scuola-intona-canzone-fascista-si-dovrebbero-insegnare-pace-e-rispetto-dei-popoli/

 

Tra le scuole che hanno risposto all'invito dell'ammiraglio Nicola De Felice anche l'istituto Principe di Napoli, diretto dalla Agata Sortino. Ieri mattina si sono recati insieme ai bambini delle altre scuole nella palestra Stampanone all'interno della base militare di zona Terravecchia. Con un coro formato da decine di alunni hanno intonato prima l'Inno di Mameli, poi la Preghiera del marinaio e infine l'Inno dei sommergibilisti. Scritta da Ruccione nel 1941, in piena Seconda guerra mondiale, la canzone è successivamente entrata a fare parte del repertorio ufficiale della marina militare, nonostante un testo inevitabilmente ricco della retorica fascista. Ad alcuni dei presenti la situazione ha fatto venire in mente i piccoli balilla. «Questa è la canzone che a scuola mi facevano cantare a me quann'era picciridda, con gonna e cravattino scuro e camicia bianca», dichiara un'anziana facendo riferimento anche all'abbigliamento degli alunni.

A parlare di inopportunità di insegnare ai bambini una canzone di questo tipo è la portavoce provinciale Cobas-Scuola Catania Teresa Modafferi. «Ridere in faccia alla morte, seppellire il nemico. Sono parole - dichiara - che esaltano un linguaggio, un modo di pensare, del quale, visto il contesto terribile nel quale viviamo, dovremmo al più presto liberarci. Se non altro, in nome di tutte le persone innocenti vittime dei danni collaterali della guerra e del terrorismo. La scuola - prosegue - dovrebbe promuovere la pace, la cooperazione dei cittadini e dei popoli. In sostanza, educare alla democrazia, che significa innanzitutto inclusione, rispetto e valorizzazione delle differenze». La critica riguarda anche il vestiario dei bambini: «Colpisce vedere tante bambine e tanti bambini vestiti allo stesso modo, in qualche misura irregimentati», conclude la portavoce Cobas.

In queste ore, MeridioNews ha provato a contattare la scuola Principe di Napoli per una replica, ma dall'amministrazione hanno fatto sapere che la dirigente Sortino non era raggiungibile.

 IN SEGUITO A QUESTO ARTICOLO HO DECISO DI COMMENTARE SUL GIORNALE ED ESPRIMERE LA MIA OPINIONE SU QUANTO ACCADUTO.

 

IN SEGUITO A QUESTO ARTICOLO http://meridionews.it/…/augusta-il-coro-della-scuola-inton…/

HO RITENUTO OPPORTUNO INSERIRE QUESTO COMMENTO CHE PORTO ALLA VOSTRA ATTENZIONE:

L'inno dei Sommergibili piaccia o non piaccia e' un Inno Militare - bisognerebbe insegnare nelle scuole, a tutti i ragazzi che chi rinnega la storia rinnega anche se stessi e, volenti o nolenti il periodo in questione fa parte della storia del nostro paese. Ricordo inoltre, che tantissimi bastimenti (Sommergibili dell'allora Regia Marina Militare e con essi tantissimi Marinai sono colati a picco (affondati) in azioni di guerra per difendere quello che noi oggi abbiamo la nostra Patria con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Forse a questi signori quel periodo fanno di tutto per farlo dimenticare e persino lo rinnegano. Oltre che dire le cose brutte di quel periodo dovrebbero ricordare anche le cose buone che sono state fatte: http://centoopere.blogspot.it/ - http://www.liberoquotidiano.it/.../le-100-cose-buone-del... - http://www.ilgiornale.it/.../polillo-fece-anche-cose... - http://www.ilfattoquotidiano.it/.../polillo.../522553/ - http://www.tempi.it/.../berlusconi-loda-le-cose-buone... ........... ecc . ecc.. PER NON DIMENTICARE MAI LA STORIA DELLA NOSTRA PATRIA. Presidente Istituto Nazionale Legione d'Onore dei Cavalieri di Vittorio Veneto per le Provincie di Lecce e Brindisi - Presidente dell'Associazione Nazionale Sottufficiali d'Itali Sezione di Nociglia (Le) 1° M.llo (M.M. in Cong.) Fernando Antonio Toma

CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

15 febbraio 2015
IST. NAZ. LEG. D'ONORE DEI CAV, VITT. VENETO ZONA DI LECCE E BRINDISI

2014-2018 CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA 1914 -1918   

 

foto dal web Grande Guerra  ( https://www.google.it/search?q=foto+grande+guerra&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=n4vgVL2wAtDqaM67gfgB&ved=0CCIQsAQ&biw=1920&bih=943#imgdii=_&imgrc=sQXQxpI2Ip7QaM%253A%3BMVgi3C03pY-aPM%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.grandain.com%252Fwp-content%252Fuploads%252F2015%252F02%252Fgrande_guerra.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.grandain.com%252F2015%252F02%252F14%252Fcuneo-una-mostra-itinerante-sulla-grande-guerra%252F%3B1117%3B781 )
 
 
foto dal web Grande Guerra  (https://www.google.it/search?q=foto+grande+guerra&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=n4vgVL2wAtDqaM67gfgB&ved=0CCIQsAQ&biw=1920&bih=943#imgdii=_&imgrc=7rPxruEZLJrTnM%253A%3BcWDv5N-qcBIwPM%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.targatocn.it%252Ffileadmin%252Farchivio%252Ftargatocn%252Fgrande_guerra.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.targatocn.it%252F2015%252F02%252F15%252Fmobile%252Fleggi-notizia%252Fargomenti%252Feventi%252Farticolo%252Fmostra-itinerante-sulla-grande-guerra-a-cuneo.html%3B558%3B314)
 
 

EVENTI DAL SITO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA

 

Centenario della Grande Guerra

I principali eventi organizzati o patrocinati dal Ministero della Difesa


 

Nel 2014, sono trascorsi esattamente cento anni dallo scoppio della Grande Guerra: tenuto conto dell’avvio dato alle celebrazioni da parte degli altri Paesi coinvolti, della valenza sovranazionale dell’evento e delle ripercussioni avute per il nostro Paese fin dal principio, è stato dato inizio alla commemorazione del Centenario della Prima Guerra mondiale anche in Italia, la quale, tuttavia, entrò nel conflitto soltanto nel 1915.

Il Governo italiano, con l'intento di intraprendere proprie iniziative e di armonizzare le attività promosse dai numerosi Enti coinvolti, coordinando i progetti caratterizzati dalle medesime finalità, ha attivato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri la Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale.

Al fine di condurre sinergicamente le attività di preparazione e promozione delle iniziative connesse alla celebrazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, in data 14 aprile 2013 è stato firmato tra la Presidenza del Consiglio ed il Ministero della Difesa un apposito Protocollo d’intesa, per l’attuazione del quale è stato istituito il Comitato Guida della Difesa per le celebrazioni del centenario della Grande Guerra, presieduto dal Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra e la cui vicepresidenza è affidata al Capo Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa.
Tra i compiti principali affidati al Comitato vi è tutelare l’immagine della Difesa, delle Forze Armate e della Guardia di Finanza e coordinare a livello centrale i progetti che le singole Amministrazioni militari intendono porre in essere.

Il planning dei principali eventi organizzati o patrocinati dal Ministero della Difesa, suddivisi per anno, sono i seguenti:

2​014

2015
 
DAL SITO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA http://www.difesa.it/Il_Ministro/CISM/Pagine
/CentenarioGrandeGuerra.aspx
 

Elenco dei principali eventi organizzati dal Ministero della Difesa

Anno 2014


22 marzo
Convegno storico “L’Italia alla vigilia della Grande Guerra (1914-1915) – Istituzioni politiche e Forze Armate” (file .pdf 187 Kb) a cura dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito in collaborazione con altri Enti; seguirà una visita guidata al sacrario della 37^ Brigata “Ravenna”. Nell’occasione saranno esposte edizioni librarie prodotte dallo Stato Maggiore dell’Esercito.
Località: Cittadella di Alessandria, ore 10.15.

2 aprile
Conferenza dal titolo “L’Italia nella triplice alleanza” (file .pdf 1.203 Kb), con la collaborazione dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito.
L’evento si inquadra nel ciclo di incontri organizzati dall’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (UNUCI) - Sezione di Firenze, sul tema “1914: la situazione internazionale alla vigilia della Guerra Mondiale”.
Località: Sala Polifunzionale del Complesso Alloggiativo di Firenze (Via della Scala 68), ore 17.30.

4 aprile
Conferenza "Struttura Militare dell'Italia in guerra" (file .pdf 1.067 Kb) prevista all'interno del ciclo di conferenze in occasione del centenario della prima guerra mondiale. In collaborazione con l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito.
Località: Cremona, SpazioComune piazza Stradivari, 7 - ore 17.00.

12 aprile
Convegno sul Centenario della Grande Guerra (file .pdf 361 Kb) organizzato dall'ANA, Associazione Nazionale Alpini, in occasione del XVIII convegno itinerante Stampa Alpina, con la collaborazione dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito. Al convegno ha preso parte anche il presidente del Comitato storico scientifico per gli anniversari di interesse nazionale Franco Marini.
Località: Palazzo Baggio di Marostica (VI)

6 maggio - 12 ottobre
Mostra storica "Storie di uomini ed armi" (file .jpg 130 Kb) al Vittoriano di Roma a cura dell’Ufficio Storico dell’Esercito.
Località: ROMA - orari di apertura  9.30-15.00 escluso il lunedi. Ingresso libero.

31 maggio - 30 luglio
Mostra storica "La Prima Guerra Mondiale 1914-1918. Materiali e Fonti" (file .jpg 79,3 Kb) al Vittoriano di Roma.
Località: Roma - dal lunedì al giovedì 9.30 – 18.30; venerdì, sabato e domenica 9.30 – 19.30. Ultimo ingresso: 45 minuti prima dell’orario di chiusura. Ingresso libero.

6 luglio 
Cerimonia solenne con Concerto diretto dal Maestro Riccardo Muti (file .pdf 148 Kb) e Sorvolo di una formazione aerea internazionale, evento realizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Località: Redipuglia (GO)

19 luglio
Cerimonia solenne per l’Anniversario della battaglia di Podgora, organizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.
Località: Monte Calvario Gorizia

27 luglio
Lo squillo della Grande Guerra – Il Silenzio di Paolo Fresu (file .jpg 66,8 Kb).
Località: Forte Dosso delle Somme Altopiano di Folgaria 

12 settembre
Cerimonia solenne Internazionale organizzata a Bligny (Francia) (file .pdf 195 Kb): con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri si è svolta la commemorazione ai caduti delle battaglie della Marna.
Località: Bligny (Francia)

13 settembre

Celebrazione presieduta dal Santo Padre: Papa Francesco I renderà omaggio ai Caduti in occasione del Centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale. Alle 10 celebrerà la Santa Messa assieme ai vescovi della regione, gli Ordinari militari e i cappellani militari.

Al termine, Papa Francesco riceverà il saluto dei Capi di Stato Maggiore e dei comandanti generali. Inoltre, il Santo Padre consegnerà agli ordinari militari e ai vescovi una lampada che verrà accesa nelle rispettive diocesi durante le celebrazioni di commemorazione

della Prima Guerra Mondiale. Dopo la messa sarà recitata la preghiera per i caduti e le vittime delle guerre.

Località: Redipuglia (GO) ore 10.00.

  

1-31 ottobre
Mostre tematiche ed esposizioni storiche /mostra itinerante la Grande Guerra sul massiccio del Monte Nero (file .pdf 1.067 Kb) – Velika Vojna V KRNSK curata dal Museo di Caporetto ed organizzata dall’Istituto del Risorgimento di Cremona e Lodi con il patrocinio dello Stato Maggiore dell’Esercito.
Località: Cremona (CR) ore 17.00 (vicinanze parcheggio Piazza Marconi).

11 ottobre - 1 marzo
Convegno: “Arte e artisti negli anni della Grande Guerra” (file .pdf 176 Kb). Il Mart, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, commemorerà il centenario con tre mostre distribuite nelle sue tre sedi;  questo progetto sarà composto da oltre 3mila metri quadri di percorso che include propaganda, documenti, reportage, testimonianze della vita quotidiana (come quella che arriva da una serie di reperti riemersi solo poco tempo fa dai ghiacci delle montagne che della guerra furono teatro) e le opere d'arte del tempo. La prima mostra sarà ubicata nella sede principale del museo e sarà intitolata  'La guerra che verrà non è la prima'.
Località: Rovereto (TN) orari di apertura 10.00 - 18.00 escluso il lunedì.

11 ottobre - 31 dicembre 
Mostra su uniformi, cimeli, importanti documenti storici (file .pdf 716 Kb) e le cartine della Prima Guerra Mondiale. Su iniziativa del Comune (file .pdf 645 Kb) i cittadini di Rimini e provincia potranno portare in visione oggetti del periodo fino al 22 ottobre 2014. Sarà un contributo per rievocare gli usi e costumi dell'epoca.
Località: Caserma Giulio Cesare, via Flaminia 66 - Rimini - orario 10.30-12/14-17

15-17 ottobre
Convegno: “La guerra come Apocalisse“ (file .pdf 781 Kb), organizzato dall’Istituto Studi Italo-Germanici con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per la Commemorazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Settimana di studio che ha lo scopo di storicizzare e relativizzare la lettura apocalittica della Grande Guerra, analizzare criticamente le accezioni della guerra come apocalisse, comparare i diversi casi nazionali e tracciare le coniugazioni dell’apocalisse a nei differenti contesti culturali.
Località: Trento.
(Fondazione Bruno Kessler - Via S. Croce, 77)

23 ottobre
Il CalendEsercito 2015 (file .png 504 Kb) è stato presentato dal Presidente della Regione Debora Serracchiani e dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Claudio Graziano. All'evento ha partecipato il Sottosegretario di Stato alla Difesa Domenico Rossi.
Al termine della cerimonia è stata presentata la Mostra Storica "La Grande Guerra" (file .pdf 1.274 Kb), realizzata dall'Ufficio Storico dell'Esercito Italiano. La mostra, che si sviluppa su una serie di 18 grandi pannelli, partendo da Trieste, sarà allestita, nei prossimi 4 anni, nei 110 capoluoghi della penisola.
Località TRIESTE piazza Unità d'Italia e lungo le rive, nelle vicinanze del molo Audace.

Celebrazioni per il 4 novembre 2014
Il Ministero della Difesa anche quest'anno si appresta a celebrare la ricorrenza del 4 novembre (file .jpeg 127 Kb) e, in occasione del centenario della Grande Guerra, ha inserito nel programma delle iniziative volute per ricordare il “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze armate”.
In tutte le Regioni d'Italia, sono state organizzate occasioni d'incontro fra gli uomini e le donne con le "stellette" - Forze Armate e Guardia di Finanza - e i cittadini, per sottolineare e rinnovare il profondo legame che li unisce alla società italiana.
Di seguito le iniziative principali:
- Proiezione film: il giorno 3 è prevista la proiezione del film "Fango e Gloria" (file .png 3.620 Kb), sviluppato con il patrocinio del Ministero della Difesa e prodotto dall’Istituto Luce Cinecittà e dalla Baires Produzioni, in 21 sedi ubicate nei Comandi/Enti Militare Territoriali delle F.A. distribuiti su tutto il territorio nazionale;
- Cerimonie pubbliche: in ogni capoluogo di Regione sono in programma commemorazioni ed eventi a favore della popolazione, realizzate in accordo con le Autorità locali, che interesseranno Reparti dell’Esercito Italiano, della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza dislocati sul territorio nazionale;
- Caserme aperte: saranno aperte al pubblico numerose strutture militari;
- Musei, Biblioteche e Mostre Storiche: saranno visitabili numerose strutture storico-museali della Difesa;
- Concerti Bande Militari:
• La Fanfara dei Carabinieri - martedì 4 novembre, alle ore 11.00, a Roma, presso Piazza del Pantheon;
• La Banda dell’Arma dei Carabinieri - martedì 4 novembre, alle ore 11.30, a Roma, presso Piazza San Lorenzo in Lucina;
• La Banda dell’Aeronautica Militare - martedì 4 novembre, alle ore 16.00, a Roma, presso Piazza del Quirinale;
• La Banda dei Granatieri di Sardegna - martedì 4 novembre, alle ore 16.30, a Roma, presso Piazza di Spagna;
• La Banda della Scuola Trasporti e Materiali - martedì 4 novembre, alle ore 17.30, a Roma, presso Piazza del Popolo;
- Cerimonie ufficiali: avranno inizio martedì 4 novembre, alle ore 09.00, con la deposizione di una Corona d’Alloro all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle ore 11.00, all’interno del Palazzo del Quirinale, il Capo dello Stato consegnerà le decorazioni dell’Ordine Militare d’Italia. Sarà presente il Ministro della Difesa in qualità di Cancelliere dell’Ordine.
Alle ore 15.00, presso il Comando Operativo di Vertice Interforze di Centocelle, avrà luogo una Videoconferenza (VTC) del Ministro della Difesa con i militari italiani impegnati nei Contingenti internazionali.
Sul sito (www.difesa.it), nell’area dedicata al 4 novembre 2014, sono disponibili tutti i programmi di dettaglio degli eventi.

5-10 novembre
Il museo della battaglia - il Comune di Vittorio Veneto, insieme al Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova ha promosso una serie di eventi culturali, fino al 10 novembre, quando, alle 11, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti arriverà al Museo per l’apertura ufficiale e, poi, alle 20.30 al Teatro Da Ponte per il concerto offerto alla Città dalla Fanfara della Brigata Alpina “Julia”, dal Coro ANA cittadino (programma completo degli eventi su www.museobattaglia.it)
Località Vittorio Veneto - piazza  Giovanni Paolo I

11 novembre
Convegno Storico "La Grande Guerra - l'Italia 1915-1918" (file .pdf 609 Kb) organizzata dalla Prefettura di Roma - Ufficio Territoriale del Governo in collaborazione con l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa e la Provincia di Roma.
Località Roma Aula Consiliare "Giorgio Fregosi" Palazzo Valentini ore 09.30.

14-15 novembre 
Conferenza storica internazionale: “Esercito e Paese nella Grande Guerra” (file .pdf 130 Kb), Organizzata dal Centro europeo G. Giolitti in collaborazione con l’Ufficio Storico dell’Esercito.
Località: Saluzzo – Cuneo (CN) ore 09.00.

4-5 dicembre
L’Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa ha organizzato, presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, un Congresso di Studi storici internazionali dal Tema “L’Italia e la Grande Guerra. La Neutralità (1914-1915). La situazione diplomatica, socio-politica, economica e militare italiana “. Il Congresso, che vedrà il concorso di studiosi ed esperti italiani e stranieri appartenenti sia al mondo accademico che militare e la partecipazione di giovani ricercatori e studenti, intende proporre un’analisi degli avvenimenti negli anni che precedettero lo scoppio della 1 Guerra Mondiale.
Località: Roma  Salone d’Onore della Caserma “Sante Laria” ore 09.00.
 
DAL SITO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA http://www.difesa.it/Il_Ministro/CISM/Pagine/EventiCentenarioIGMAnno2014.aspx
 

Elenco dei principali eventi organizzati dal Ministero della Difesa

Anno 2015


28 gennaio
100° Anniversario della Costituzione della Brigata Sassari. Concorso grafico per successiva emissione francobollo celebrativo (file .pdf 289 Kb).
Località: Sassari   

febbraio
Conferenza storiografica: “I reparti d’assalto nella Prima Guerra Mondiale”. Tale tema sarà trattato partendo dalle riflessioni tratte dal libro del prof. G. Rochat “Gli Arditi della Grande Guerra. Origini, miti e battaglie”.
Località: Milano - Palazzo Cusani

marzo
Conferenza storiografica: “Il ruolo delle donne nella Prima Guerra Mondiale”. Tale tema sarà trattato partendo dalle riflessioni tratte dal libro di A. Gualtieri “La grande guerra delle Donne”.
Località: Milano - Palazzo Cusani 

maggio 

Conferenza storiografica: “I cambiamenti morfologici della società italiana causati dalla prima guerra mondiale”. Tale tema sarà trattato partendo dalle riflessioni tratte dal libro del prof. M. Isnenghi  “Il mito della Grande Guerra”.

Località: Milano - Palazzo Cusani

 

maggio

Conferenza storica: “Guerra, industria e ricerca scientifica”.

Località: Rovereto e Venezia - Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord

 

maggio
Organizzazione di un evento espositivo dedicato alla Grande Guerra e alla Valle dell’Alto Sangro.
Località: Roccaraso

maggio
Conferenza storica: “Operaie, infermiere, informatrici”.
Località: varie sedi Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord

 

9 maggio – 31 luglio
Mostra storica: "La partecipazione della Guardia di Finanza alla Grande Guerra".
Località: Venezia - Palazzo Ducale, Salone del Piovego e loggiati

9 maggio
Presentazione del libro del Gen.B. Marcello Ravaioli "La Guardia di Finanza nella Grande Guerra 1915-1918".
Località: Venezia - Palazzo Ducale, Sala Monumentale "dello scrutinio"

16 o 17 maggio
Convegno storico: "La partecipazione della Guardia di Finanza agli eventi bellici del primo conflitto mondiale".
Località: Padova - Palazzo della Ragione

21-24 maggio

4° Raduno Nazionale ASSOARMA dedicato alla Grande Guerra con mostre e convegni.

Località: Udine - Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord     

maggio-settembre
Conferenza: ”Principali operazioni condotte dal R.E. con focus legato allo sforzo bellico della regione”.
Località: Udine - Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord 

24 maggio – 24 giugno 
Mostre illustrative sulla situazione militare dell’Italia all’entrata della Guerra in alcune località del Veneto, a cura del Museo della 3° Armata che collaborerà con i comuni di Padova e Treviso mediante la realizzazione di pannellature descrittive

Località: presso i musei civici di Treviso e il Museo della 3° Armata - Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord

 

giugno
Mostra “La Grande Guerra ieri e oggi”  promossa da Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa e curata da Ufficio Storico della Marina Militare
Località: Roma, Sacrario delle Bandiere - Vittoriano         

ottobre
Le Marche e la Grande Guerra
Località: Ancona

ottobre 2015 – ottobre 2016  
Ricostruzione di un treno armato itinerante curata da Ufficio Storico Marina Militare
Località: La Spezia e territorio nazionale, con particolare riferimento alla costa Adriatica e alla città di Ancona   

ottobre
Mostra Le nuove componenti della Marina: l’Aviazione e la Subacquea 
L
ocalità: Venezia - Museo Storico Navale

novembre-maggio (di ogni anno nel quadriennio 2015-2018) 

Progetto didattico per le scuole secondarie di 1° e 2° grado: “Il Milite…non più ignoto”. Diviso in due contenitori: Il primo comprenderà diverse mostre e conferenze tematiche, il secondo una ricerca storica coordinata dall’ANA.

Località: Milano

 

DAL SITO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA:  http://www.difesa.it/Area_Storica_HTML/IGuerraMondiale/Pagine/default.aspx

 

CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

27 gennaio 2015
IST. NAZ. LEG. D'ONORE DEI CAV, VITT. VENETO ZONA DI LECCE E BRINDISI

 

 

L'ISTITUTO NAZIONALE LEGIONE D'ONORE DEI CAVALIERI DI VITTORIO VENETO, FAN DI MARINA MILITARE E LE ASSOCIAZINI D'ARMA PRESENTI SUL TERRITORIO ORGANIZZANO

 

CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO

DELLA GRANDE GUERRA

 

La pagina FAN DI MARINA MILITARE è una  "pagina non ufficiale per chi simpatizza, fa parte o ha fatto parte anche per un solo giorno della grande famiglia della Marina Militare". Pagina da me dedicata alla Marina Militare, Forza Armata nella quale ho prestato servizio fino alla data del mio congedo, è  rimasta nel mio cuore di marinaio proprio come recita il motto dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia "Una volta marinaio ..... marinaio per sempre".

 

foto della pagina FAN DI MARINA MILITARE

link della pagina:  https://www.facebook.com/FAN.DI.MARINA.MILITARE

 

Sulla pagina vengono pubblicate tutte le notizie relative alla Marina Militare con continui aggiornamenti tratti dal Sito Ufficiale della Marina Militare (http://www.marina.difesa.it/Pagine/default.aspx),  dal sito ufficiale del Ministero della Difesa (fhttp://www.difesa.it/Pagine/default.aspx), e dal sito ufficiale dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (http://www.marinaiditalia.com/), e dalle notizie pubblicate su testate giornalistiche inerenti e piu' in generale sul  web. Foto delle manifestazioni delle varie Associazioni Nazionali Marinai d'Italia, Esperienze di vita vissuta nelle Caserme e a bordo delle nostre Unità Navali. Foto di Unità Navali  di ieri, di oggi e in programma nei nostri Cantieri Navali, Eventi, concorsi in atto nella Marina Militare.
 
Uno di questi Eventi la pagina Fan di Marina Militare lo ha dedicato alle "CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERA"
link dell'evento "CELEBRAZIONI CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA" https://www.facebook.com/events/1482374385383990/
 

 

2014 - 2018 LA MARINA MILITARE E LA GRANDE GUERRA - CELEBRAZIONI DEL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE - RACCOLTA DI FOTO ANCHE DEI NOSTRI CARI CHE HANNO COMBATTUTO, VIDEO, E TUTTO CIO' CHE RIGUARDA IL CONFLITTO MONDIALE CHE COSTO' MILIONI DI VITE UMANE, FERITI E MUTILATI E TANTISSIMA DISTRUZIONE. PER NON DIMENTICARE I NOSTRI CADUTI - PER NON DIMENTICARE IL LORO SACRIFICIO, LA LORO SOFFERENZA, E PER I PIU' FORTUNATI QUELLI CHE SONO TORNATI TANTISSIMI SEGNI SULLA PELLE E NELL'ANIMO. NON DIMENTICHIAMOLI MAI LO HANNO GUADAGNATO SUI CAMPI DI BATTAGLIA, NEI CIELI E SUL MARE DOVE TANTI RIPOSANO PER SEMPRE.

 

 
 

NON DIMENTICHIAMO CHI E' CADUTO PER FARE DI NOI OGGI DEGLI UOMINI LIBERI, NON DIMENTICHIAMO CHI HA PATITO E SOFFERTO SUI CAMPI DI BATTAGLIA, SUL MARE E COMBATTENDO NEI CIELI.

NON DIMENTICHIAMO E FACCIAMO SI CHE NON SIANO VANI I SACRIFICI DEI NOSTRI NONNI, I RAGAZZI DEL 99 MEGLIO CONOSCIUTI COME

I " CAVALIERI DI VITTORIO VENETO".

 

 
 
 

CONTATTI E ISCRIZIONI ALL'ISTITUTO DELLA LEGIONE D'ONORE DEI CAV.I DI VITT. VEN.

28 aprile 2012
IST. NAZ. LEG. D'ONORE DEI CAV, VITT. VENETO ZONA DI LECCE E BRINDISI
 
 
 
 
 
 
 
 

ISTITUTO NAZIONALE DELLA LEGIONE D'ONORE DEI CAVALIERI DI

VITTORIO VENETO

PRESIDENZA PER LA ZONA DI LECCE E BRINDISI

 
 
per informazioni/iscrizioni/contatti
1° M.LLO M.M. (In cong.) TOMA FERNANDO ANTONIO
Cell. 3207110086
E-mail anfetoma@libero.it
indirizzo: Toma Fernando Antonio
via Giuseppe Verdi n° 22
73020 Nociglia (LE)
 
 
SITO UFFICIALE:
 http://www.istitutonazionaledellalegionedonoredeicavalieridivittorioveneto.com/index.php?&set=521&dom_id=&dom_sld=istitutonazionaledellalegionedonoredeicavalieridivittorioveneto&dom_tld=com&local_page=esiti-home&esiti_page_categoria=HOME&no_tags=1
 
 
 
 
 
COSTITUZIONE
Costituzione - Sede - Scopi
Articolo 1
L'istituto nazionale della Legione D'Onore dei Cavalieri di Vittorio Veneto ha sede in Roma, Via Laurentina 631 ha durata illimitata, è apolitica, apartitica, aconfessionale e non ha fini di lucro.
Scopi dell'Istituto sono il perpetuare la memoria dei caduti durante la IV guerra di indipendenza nazionale (1915-1918) e di tutti i caduti di tutte le guerre combattute.

Articolo 2
Gli organi centrali sono: Il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario Generale, il Consulente nazionale, il Segretario Amministrativo, il Tesoriere, il Collegio Sindacale, e il Collegio dei probiviri. Tutti possono essere rieletti.

Articolo 3
Gli organi Periferici sono: i Consultori regionali e i Consulenti provinciali. I consultori regionali eleggono gli organi centrali; i Consultori provinciali eleggono i Consultori regionali Sono autonomi ma seguono le direttive degli Organi centrali ed hanno un'amministrazione propria soggetta al controllo della Direzione Amministrativa centrale.


Articolo 4
La Presidenza Nazionale allo scadere del mandato della durata di anni 5 convoca i Consultori regionali per l'elezione degli Organi centrali entro la prima decade del mede di Ottobre dell'anno in corso. Le votazioni avvengono tramite il servizio postale. Tali elezioni possono essere indette anche prima per particolari esigenze organizzative.


Articolo 5
Gli eletti decadono: a) per decesso b) per dimissioni accettate dagli organi centrali c) per impossibilità di prestare la loro opera attiva nell'interesse dell'Istituto d) per incapacità.


Articolo 6
Il patrimonio è costituito da oblazioni volontarie, da erogazioni, da donazioni, da lasciti e da altri proventi.


Articolo 7
L'opera prestata da ogni componente non è remunerativa, tuttavia possono essere rimborsate spese autorizzate di rappresentanza nell'interesse dell'Istituto e compensi a coloro che prestano la loro opera continuativa.

I Consultori
Articolo 8
Gli organi periferici: Consultori regionali e Consultori provinciali devono osservare lo statuto ed attenersi alle direttive degli Organi centrali per la sopravvivenza della Legione D'Onore dei Cavalieri di Vittorio Veneto sorvegliano, ove esistono, la buona conservazione dei Monumenti ai caduti, ai cimiteri di guerra e il rispetto loro dovuto dalla cittadinanza.


Articolo 9
I consultori provinciali sono nominati dal Consultore regionale, scelti tra gli iscritti all'Istituto della Legione D'Onore tra i più qualificati e dimostrano particolari attitudini mantenendo buoni rapporti con le autorità civili, militari religione e con le associazioni similari, collaborando ed intervenendo in ogni manifestazione patriottica, da queste programmata.


Articolo 10
Ad ogni iscritto alla Legione D'Onore viene rilasciato dalla Presidenza Nazionale il diploma ARALDICO dell'istituto e il relativo distintivo d'Onore.


Articolo 11
Le attività culturali e di propaganda si svolgono attraverso congressi raduni, visita ai cimiteri di guerra, concorsi a premio e ogni attività consone alle finalità dell'Istituto.

Articolo 12
La bandiera dell'Istituto è quella nazionale VERDE BIANCA E ROSSA con al centro lo scudo ARALDICO della Legione con lo stemma della città di Vittorio Veneto.
I Consultori regionali e provinciali avranno il Labaro in colore azzurro con al centro l'emblema ARALDICO dell'Istituto nazionale Italiano della Legione dei Cavalieri di Vittorio Veneto.



FANNO PARTE DELLA LEGIONE D'ONORE I TITOLARI DELL'ORDINE CAVALLERESCO ED I DISCENTENTI IN LINEA DIRETTA: FIGLI, NIPOTI, PRONIPOTI E COLLATERALI; POSSONO ALTRESì FARNE PARTE I SOSTENITORI BENEMERITI. NON POSSONO FARNE PARTE COLORO CHE ABBIANO RIPORTATO CONDANNE PENALI
 
 
 
Modulo di iscrizione
 
 
Pergamena dell'Istituto.
 
 
 
 
 

RICORRENZE - FESTIVITA'

 
 
  • 24 dicembre  Vigilia del Santo Natale
  • 25 dicembre Nativita' del Signore  con la Sacra Famiglia
  • 26 S. Stefano

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy